Magic FAT Recovery

Programmi Blog Android e Schede SD  

East Imperial Soft

novembre 4, 2016

Android e Schede SD   

Molti telefoni Android (con poche eccezioni) sono dotati di uno slot microSD. L’installazione di una scheda SD è un modo economico e semplice per espandere la capacità di archiviazione del telefono. Nelle versioni moderne di Android, le schede SD possono essere utilizzate solo per determinati scopi, come la memorizzazione di musica, immagini e video. Alcune applicazioni possono mantenere alcuni dei loro dati su una scheda SD. Ad esempio, molte applicazioni di navigazione offline possono memorizzare mappe scaricate su una scheda SD; alcuni giochi più grandi possono tenere i loro file su SD esterna, e così via.

Soprattutto, è possibile configurare facilmente il dispositivo per salvare tutte le foto ei video acquisiti dalla fotocamera del telefono sulla scheda SD.

Nell’articolo precedente abbiamo analizzato brevemente già le caratteristiche del sistema operativo Android. Parliamo ora del file system delle schede SD.

A differenza dell’archivio interno, per le schede SD Android si utilizza un filesystem FAT standard. Per le schede micro SDHC (4, 8, 16 e 32GB) lo standard richiede l’utilizzo di FAT32, mentre le schede SDXC più grandi (64GB, 128GB e le ultime unità da 200GB) sono formattate con exFAT.

Quali sono le differenze tra FAT32 e exFAT?

FAT32 è un file system che risale sin da Windows 95 OSR2. Questo file system è stato progettato per gli hard disk fino a 2 GB (sì, due gigabyte, non terabyte!). FAT32 è semplice, leggero e facile nelle risorse senza journaling, senza funzioni di sicurezza e nessuna altra funzionalità che molti sistemi di file moderni hanno. Tuttavia, in termini pratici, FAT32 è molto limitato. In particolare, limita la dimensione massima di file a soli 4 GB. Con molti film Full HD che sono più grandi di quello, FAT32 è diventato impraticabile per l’utilizzo su supporti più grandi.

Per superare le limitazioni del vecchio FAT32, Microsoft ha sviluppato un nuovo file system da zero: exFAT. Esso supporta grandi volumi e dimensioni di file ed è usato su schede SDXC e micro SDXC, quindi qualsiasi scheda di 64GB o superiore viene preformattata con exFAT (secondo le specifiche ufficiali).

Tuttavia, exFAT è legalmente restrittivo. Microsoft non ha mai rilasciato la specifica completa del file system exFAT. L’azienda raccoglie le commissioni di licenza da parte di aziende che intendono includere il supporto exFAT nei propri prodotti e ha presentato un gran numero di brevetti che rendono estremamente difficoltosi la riattivazione della funzionalità exFAT senza violare almeno uno di essi. Per questo motivo, exFAT (e 64GB SD card) non è supportato in molti dispositivi.

Ora che sai tutto sulle schede SD su Android, come possiamo effettivamente recuperare i dati? I passi sono facili:

  • Accendi il telefono o smonta la scheda SD tramite Impostazioni – Memorizzazione – Scollega scheda SD;
  • Estrai la scheda SD;
  • Scarica e installa uno di questi nostri prodotti: Magic FAT Recovery, Magic Partition Recovery, Magic Photo Recovery, Magic Uneraser;
  • Avvia il programma di recupero dati. Specifica la lettera del disco corrispondente alla scheda SD (collegata al computer) e avvia la scansione e recupero dei dati.