Magic Partition Recovery

Programmi Blog Recupero da Dispositivi Esterni  

East Imperial Soft

ottobre 23, 2014

Recupero da Dispositivi Esterni   

Ci sono diversi tipi di dispositivi di archiviazione esterni, e ciascuno richiede un approccio molto particolare per il recupero dei dati. Leggi le differenze tra i dispositivi esterni e le unità NAS e scopri quali strumenti utilizzare per recuperare informazioni da entrambi i sistemi.

Lo storage esterno ad alta capacità sta diventanto sempre più popolare. WD Passport e MyCloud, Cloud personal e altri termini si riferiscono praticamente allo stesso concetto: i dati vengono memorizzati al di fuori del computer.

Ci sono due principali classi di storage esterni: dispositivi esterni e NAS.

I dispositivi esterni sono simili ai dischi rigidi del computer e potrebbero essere inseriti in una valigetta. Queste sono generalmente semplici scatole con uno (raramente due o più) scomparti per unità disco rigido incorporato. Questi dispositivi esterni si collegano al computer tramite un’interfaccia USB, FireWire, Thunderbolt o eSATA (alcune delle unità migliori dispongono di più opzioni di connessione, anche se solo una può essere attiva in qualsiasi momento). Importante, questi dispositivi sono molto semplici. Eseguono tutto il file system del tuo computer, consentono l’indirizzamento diretto di settori fisici e blocchi di dati sul disco rigido e di solito non hanno alcuna funzionalità integrata di condivisione o di gestione da soli.

Di conseguenza, il recupero dei dati da tali hard disk esterni è semplice. Se l’involucro funziona ancora, basta collegarlo al computer nel modo consueto e eseguire uno strumento di recupero dati come Magic Uneraser o Magic Partition Recovery. Se la custodia non funziona più, bisogna estrarre il disco rigido, collegarlo al computer con un cavo SATA o utilizzate un’altra custodia di lavoro di qualsiasi marca. Quindi sarà possibile eseguire uno strumento di recupero dati.

Okay, era semplice. Ora, che dire del NAS?

I sistemi Network Attached Storage (NAS) sono fondamentalmente computer costruiti intorno a uno o più dischi rigidi. Questi dispositivi hanno un server file dedicato. Le unità NAS si collegano alla rete con Ethernet e / o Wi-Fi (le unità con entrambe le interfacce sono comuni).

È importante rendersi conto che le unità NAS non consentono l’accesso diretto al disco dall’esterno. Formano il disco con qualsiasi tipo di file system, di solito ext3, ext4 o XFS, a seconda del sistema operativo in esecuzione (sì, gestiscono un proprio sistema operativo, di solito una variazione di Linux o FreeBSD). Se il NAS ha più di un disco interno, è probabilmente configurato per eseguirlo come RAID, in questo caso è possibile riassemblare solo la configurazione RAID esatta in quel modello, versione, revisione e firmware del NAS.

Ora immaginate che un’unità NAS sia fallita. Basta estrarre l’unità e collegarlo al computer, non lo taglierà, poiché il RAID non verrà prelevato dal computer. Anche se si dispone di un NAS singolo bay, quel disco singolo avrà un file system e il tuo PC probabilmente non sarà in grado di riconoscere.

Di conseguenza, l’unica opzione per recuperare le informazioni da un NAS è utilizzare uno strumento di ripristino NAS dedicato. Questi strumenti sono fatti appositamente per gestire configurazioni di unità singole e multiple da unità NAS, reassemblaggio nell’ordine giusto e recupero dati da tutti i tipi di file system.