Magic Partition Recovery

Programmi Blog Modifica Recupero NTFS in Windows 10  

East Imperial Soft

ottobre 23, 2015

Modifica Recupero NTFS in Windows 10  

C’è qualche cambiamento nel sistema operativo di Windows 10 per quanto riguarda il recupero dei dati? Diamo un’occhiata al sottosistema di archiviazione di Windows 10.

Windows 10 con File System NTFS

Windows 10 si basa ancora sul vecchio e collaudato file system “New Technology”, il NTFS. Nonostante siano 21 anni, NTFS offre ancora le caratteristiche per cui è stato progettato. È un file system veloce, robusto, a portata di mano e ben bilanciato. Tuttavia, Microsoft ha apportato qualche miglioramento al file system che abbiamo dovuto prendere in considerazione durante l’aggiornamento dei nostri strumenti per Windows 10.

Cosa c’è di nuovo nel file system di Windows 10?

Prima di rispondere a questa domanda, andiamo a dare un’occhiata al ciò che Microsoft sta facendo per il sistema operativo Windows. Windows 8 è stato originariamente progettato con dispositivi touch-screen in mente. I tablet in primo luogo, i desktop in un prossimo futuro. Gli utenti hanno dato al sistema operativo una risposta tiepida, tanto che da Windows 8.1 si sono aggiunti alcune cose mancanti da Windows 8 per renderlo un OS desktop migliore. Windows 10 si basa ulteriormente sull’integrazione degli ecosistemi tablet e desktop, rendendo Windows 10 il primo sistema che funziona quasi altrettanto bene su un tablet come su un desktop.

Sorge quindi questa domanda: quanta capacità di memoria ha un tablet tipico? Mentre alcuni dispositivi poco costosi di Windows 8.1 sono stati rilasciati con solo 16 GB di memoria eMMC, i più comuni sono dispositivi 32 GB. Anche con 32 GB di archiviazione disponibili, Windows 8 e 8,1 occupavano quasi tutta la capacità di archiviazione con i file di sistema, la partizione di ripristino, le copie shadow volume, i file di backup delle operazioni recenti di Windows Update, la cache dei driver e molto altro ancora.

Con l’aggiornamento di Windows 8.1 (rilasciato anche per i dispositivi Windows RT), Microsoft ha prestato grande attenzione a ridurre i requisiti di storage per rendere Windows 8.1 adattabile a piccole archiviazione incorporata di compresse Windows di bilancio con solo 16 GB di archiviazione. Non sorprende che Windows 10 continui ad andare in quella direzione, riducendo ulteriormente l’impronta del disco e potenzialmente rilasciando fino a 6,6 GB di spazio su disco rispetto a Windows 8.1.

Come sono riusciti a fare questo?

Loro hanno ottimizzato due cose: immagine di compressione e ripristino di file. Come sapete già, una delle funzionalità offerte da NTFS è la compressione in tempo reale di file e cartelle. Questa tecnologia è stata sviluppata già sui dischi rigidi lenti, minuscoli e super caricati, promettendo la capacità di memoria aggiuntiva senza spendere in più i contanti. Tuttavia, la tecnologia sta avanzando rapidamente, rendendo obsoleta la tecnologia di compressione dell’inizio del 2000.

L’avvento di compresse ultra-poco costose con solo 16 GB di archiviazione incorporata ha portato la società a trovare la sua seconda vita all’interno di dispositivi portatili con capacità di archiviazione limitata.

Durante un’installazione pulita, Windows 10 verifica il sistema per le prestazioni. Se scopre che il sistema può trarre vantaggio dall’utilizzo di compressioni per file (presumibilmente analizzando le prestazioni della CPU rispetto alle dimensioni e alla velocità della memoria disponibile), Windows 10 deciderà se attivare o meno la compressione di alcuni file di sistema e applicazioni di Windows Store.

Finora non c’è niente che un utente esperto in tecnologia non possa fare manualmente in Windows 8.1, Windows 8 o persino Windows 7. Tuttavia, per garantire che le prestazioni effettive di accesso ai file non prendano un colpo, Microsoft ha sviluppato un sacco di nuovi algoritmi di compressione nel file system NTFS. I nuovi algoritmi sono progettati per comprimere file eseguibili, incluse le librerie DLL, i driver e le applicazioni Universal.

I nuovi algoritmi implementano le variazioni della compressione esistente originariamente progettate per i seguenti tipi di dati:

  • File di ibernazione di Windows (incluso il file di ibernazione parziale utilizzato per l’avvio rapido del sistema)
  • File di aggiornamento Windows
  • Windows Installer in formato WIM

Quanto spazio i nuovi algoritmi aiutano a risparmiare? I risparmi possono essere pari a 1,5 GB sui sistemi a 32 bit e fino a 2,6 GB su quelli a 64 bit.

Sapevate che Windows Phone utilizza anche NTFS? I nuovi algoritmi saranno riferiti alla piattaforma Windows 10 Mobile, liberando spazio prezioso da utilizzare per i file e le applicazioni.

Qui a East Imperial Soft, abbiamo già aggiornato i nostri strumenti di recupero dati per Windows 10. È consigliabile scaricare le versioni di valutazione dei nostri prodotti da www.magicuneraser.com